Ente Nazionale Sordi ETS-APS

Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità: l’innovazione per un mondo accessibile ed equo 

Come ogni anno il 3 dicembre è la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità. La ricorrenza è stata istituita nel 1992 dalla Risoluzione n. 47/3 dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con l’obiettivo di promuovere i diritti e il benessere delle persone con disabilità (più di un miliardo di persone, ovvero circa il 15% della popolazione mondiale) in tutti gli ambiti della società, aumentare la consapevolezza dei loro bisogni specifici e fare luce sulle barriere che negano l’uguaglianza tra i cittadini, e cambiare la prospettiva ed il paradigma della disabilità – non mancanza ma semplice condizione di vita, diversità e ricchezza – per abbattere pregiudizi e stereotipi.

Ogni anno la Giornata ha un tema e quest’anno le Nazioni Unite hanno scelto “Soluzioni trasformative per uno sviluppo inclusivo”. Crediamo che il modo migliore di sostenere questa giornata sia parlarvi del nostro Servizio Comunic@ENS, l’esempio concreto di quella che è la nostra idea di innovazione e del ruolo che può avere per migliorare la qualità della vita delle persone e ridurre le disuguglianze. Il Comunic@ENS è un centralino che consente di mettere in comunicazione persone sorde e udenti grazie a una serie di canali e al lavoro degli operatori, che “prestano” la loro voce permettendo alle persone sorde di chiamare ovunque e a chiunque e alle persone udenti di comunicare con loro in modo semplice, risolutivo e veloce. Nato nel 2012 in Piemonte grazie alla collaborazione tra Consiglio Regionale ENS Piemonte e la Regione, questo progetto tecnologico innovativo è diventato oggi una realtà consolidata su tutto il territorio nazionale che conta circa 2,5 milioni di interazioni all’anno. Ricordiamo che alle linee di contatto testuali come il servizio di messaggistica istantanea Telegram, Email, Chat e SMS, quest’anno il Comunic@ENS ha aggiunto al suo ventaglio di possibilità comunicative anche le video chat LIS; con questo nuovo canale, disponibile sia sulla nuova APP sia sul sito da qualunque browser e device connesso ad internet, la persona sorda può videochiamare un operatore esperto in Lingua dei Segni Italiana, che a sua volta telefonerà all’udente e farà da interprete in tempo reale tra videochat e telefonata.

Il Comunic@ENS è quindi un servizio che garantisce alle persone sorde l’accessibilità, che non è una semplice questione tecnica ma un diritto non derogabile e condizione necessaria per il pieno esercizio di tutti gli altri diritti. Grazie a questa tecnologia inclusiva, infatti, i Sordi vedono riconosciuto il loro diritto ad avere una comunicazione autonoma, completa ed efficace, ad esempio con il proprio medico, le forze dell’ordine, un familiare, un collega o anche un decisore pubblico, esprimendosi nella propria lingua madre. Si tratta a tutti gli effetti di un servizio essenziale che meriterebbe di entrare nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), avvicinando così il rispetto del principio di uguaglianza sostanziale così ben espresso nella nostra Costituzione e rendendo concreto il motto del movimento internazionale dei diritti delle persone con disabilità “Niente su di Noi senza di Noi”. Perché le persone con disabilità hanno le competenze, la conoscenza e le risorse per cambiare la società. Perché chi vive il problema è il primo a riconoscerne la soluzione. Per questo le persone con disabilità devono essere sempre coinvolte, fin dall’inizio, in tutti i processi decisionali e e in tutti i progetti anche di innovazione che toccano le loro vite. C’è ancora tanto da fare per garantire che i diritti umani e civili di tutte e tutti vengano rispettati e resi concretamente esigibili. Ma sappiamo che siamo sulla strada giusta, anche grazie a giornate come questa che speriamo in un futuro molto vicino non siano neanche più necessarie. 

Da soli è difficile farsi sentire ma insieme è possibile costruire un altro mondo, più giusto, accessibile e inclusivo!

Tags

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Ti potrebbero interessare

Scroll to Top

Iscriviti alla nostra newsletter