Ente Nazionale Sordi ETS-APS

Regione Puglia: la lingua dei segni sarà insegnata alle scuole medie

Siamo felici di informare tutta la comunità sorda di un’ottima notizia che arriva dalla Regione Puglia: la Lingua dei Segni Italiana sarà insegnata alle scuole medie.

In attuazione della legge regionale 30 dicembre 2021, n. 51 all’art.17, che riconosce la Lingua dei Segni Italiana (LIS) e la Lingua dei Segni Italiana Tattile (LIST), lo scorso martedì 29 dicembre è stato presentato in conferenza stampa il progetto pilota regionale dedicato all’inclusione sociale e all’integrazione scolastica delle persone sorde. L’iniziativa regionale, nata da una proposta di legge del Consigliere Giuseppe Tupputi, si articolerà lungo due assi d’intervento che vedranno entrambi la collaborazione del nostro Consiglio Regionale ENS Puglia che ringraziamo per il grande lavoro svolto.

La prima linea di intervento, a cura dell’Assessorato regionale al Welfare, prevede l’attivazione di capillari servizi di interpretariato nei luoghi chiave – nelle pubbliche amministrazioni, nelle strutture socio sanitarie, nei tribunali, ecc.- sia in presenza sia mediante l’utilizzo di innovative piattaforme digitali con l’obiettivo di abbattere le barriere della comunicazione e garantire pienamente i diritti di cittadinanza delle persone sorde.

La seconda linea di intervento, invece, a cura dell’Assessorato all’Istruzione, prevede l’organizzazione di corsi di insegnamento della LIS e della LIST nelle scuole secondarie di primo grado della Puglia. Nella suddivisione dei compiti, la Regione Puglia – Sezione Istruzione e Università e il Dipartimento regionale al Welfare, per quanto di propria competenza, procederanno a dare attuazione alla progettualità prevista e assumeranno i compiti di coordinamento, co-progettazione, monitoraggio e valutazione; l’USR – Ufficio Scolastico Regionale assolverà a compiti di supporto scientifico alla progettazione, monitoraggio e curerà la diffusione dell’iniziativa e il coinvolgimento del sistema scolastico della Puglia. Al nostro CR ENS spetterà la co-progettazione, l’attuazione, la valutazione e la formazione, anche attraverso formatori esperti nella LIS, nonché la restituzione dei risultati del progetto.

Questo il commento del Presidente del CR ENS Puglia Rocco Morese: “Questa iniziativa è stata fortemente voluta dall’ENS; ringrazio la Regione Puglia, ed in particolare gli assessori competenti, per aver condiviso un percorso fatto di ascolto e confronto. Solo lavorando insieme possiamo raggiungere grandi risultati”.

Si tratta di un progetto davvero innovativo e unico nel panorama italiano che ci auguriamo possa portare a risultati eccellenti per diventare un esempio da replicare su tutta la scena nazionale. Perché la piena inclusione e realizzazione delle persone sorde passa innanzitutto dai banchi di scuola!

Qui sotto il video LIS esplicativo della Vice Presidente ENS Puglia – Responsabile dell’Area USF Anna Buccino.

Tags

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Ti potrebbero interessare

Scroll to Top

Iscriviti alla nostra newsletter