Ente Nazionale Sordi ETS-APS

Internalizzazione assistenti autonomia e comunicazione: presentato al Senato il disegno di legge

Informiamo la comunità sorda e tutti coloro che gravitano intorno al mondo della scuola che, in data 26 ottobre 2022, è stato presentato al Senato il disegno di legge relativo al processo di internalizzazione nell’organico del Ministero dell’Istruzione e del merito degli assistenti per l’autonomia e la comunicazione, importantissime figure professionali previste dall’art.13 della legge 104/1992 di supporto al lavoro del docente di sostegno a garanzia del concreto ed effettivo diritto allo studio e dell’inclusione dello studente con disabilità.

Il disegno di legge, promosso da FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità di cui l’ENS è membro) e FIRST (Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela), era già stato presentato nel corso della scorsa legislatura alla Camera dei Deputati dall’On. Ella Bucalo, anche questa volta prima firmataria. La proposta punta all’internalizzazione dell’assistenza all’autonomia e alla comunicazione, la cui erogazione è oggi in capo agli enti locali, per garantire finalmente il pieno diritto allo studio degli alunni e delle alunne con disabilità, lasciati ogni anno, per mesi, senza un supporto assistenziale indispensabile a causa dei ritardi nell’assegnazione o con un supporto risibile rispetto alle effettive necessità, e la stabilizzazione di migliaia e migliaia di lavoratrici e di lavoratori che vivono una grave condizione di precarietà lavorativa e retributiva.

Ribadiamo il nostro sostegno a questo disegno di legge e siamo pronti a dare il nostro contributo per arrivare il più velocemente possibile all’approvazione di un testo che sia il migliore possibile e che raccolga un consenso ampio e trasversale in Parlamento. Internalizzare gli assistenti all’autonomia e alla comunicazione nell’organico del Ministero vorrebbe dire avere un servizio uniforme su tutto il territorio nazionale – oggi secondo i dati Istat si va dai 2,9 alunni per ciascun assistente nella Marche ai 16 della Campania – e dare certezza alle famiglie e ai loro figli di vedere garantita a partire dal primo giorno di scuola e per l’intero orario scolastico l’assistenza: solo così si potrà porre fine ad una carenza scolastica inammissibile e parlare di parità di accesso al diritto allo studio per gli studenti con disabilità, in particolare per gli studenti sordi.

Tags

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Ti potrebbero interessare

Torna su

Iscriviti alla nostra newsletter