Ente Nazionale Sordi ETS-APS

Internalizzazione assistenti autonomia e comunicazione: via all’iter per approvare la legge

Siamo felici di comunicarvi che ha finalmente preso il via l’iter parlamentare della proposta di legge C.2887, prima firmataria On. Bucalo, relativa al processo di internalizzazione nell’organico del MIUR del profilo professionale dell’assistente all’autonomia e comunicazione. 

Il giorno 22 febbraio 2022, infatti, gli Uffici di Presidenza delle Commissioni Istruzione e Lavoro hanno deciso di procedere all’incardinamento della proposta. Ricordiamo che tale proposta, promossa da FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità di cui l’ENS è membro) e FIRST (Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela) e presentata il 6 maggio dell’anno scorso, punta all’internalizzazione di queste figure professionali per garantire finalmente il pieno diritto allo studio degli alunni e delle alunne con disabilità, lasciati ogni anno, all’inizio della scuola, senza un supporto assistenziale indispensabile o con un supporto risibile rispetto alle effettive necessità, e la stabilizzazione di migliaia e migliaia di lavoratrici e di lavoratori che vivono una gravissima condizione di precariato. 

Si tratta di una decisione storica, mai prima di oggi questo tema così importante per la garanzia di diritti fondamentali era entrato in parlamento. Il Presidente Nazionale ENS Angelo Raffaele Cagnazzo ha commentato così la notizia: “Sosteniamo con forza questa legge e siamo pronti a dare il nostro contributo per arrivare il più velocemente possibile all’approvazione di un testo che sia il migliore possibile e che raccolga un consenso ampio e trasversale in Parlamento. Internalizzare gli assistenti all’autonomia e alla comunicazione nell’organico MIUR vorrebbe dire avere un servizio uniforme su tutto il territorio nazionale e delle figure professionali realmente qualificate: solo così si potrà parlare di parità di accesso al diritto allo studio per gli studenti con disabilità, in particolare per gli studenti sordi“.

Non ci stancheremo mai di ripetere che la piena inclusione e realizzazione delle persone sorde passa innanzitutto dai banchi di scuola!

Tags

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Ti potrebbero interessare

Scroll to Top

Iscriviti alla nostra newsletter