Ente Nazionale Sordi

L’ENS al Tavolo tecnico AGCOM per l’accessibilità ai servizi di media

Ieri, 8 novembre, abbiamo partecipato insieme alla FAND, alla FISH e all’UICI alla prima riunione del Tavolo tecnico istituito dall’AGCOM – Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni con la Delibera n. 151/22/CONS  e finalizzato alla definizione delle misure per l’accessibilità ai servizi di media audiovisivi agli utenti con disabilità come previsto dall’articolo 31 del decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 208 (Testo Unico).

Scopo del Tavolo tecnico è elaborare proposte condivise con le Associazioni delle persone con disabilità e i fornitori di servizi media ai fini della successiva fissazione dei criteri per l’elaborazione dei cosiddetti “piani di azione”; questi sono dei documenti che gli stessi fornitori dovranno presentare almeno ogni 3 anni all’AGCOM con le misure previste per rendere progressivamente più accessibili i loro servizi alle persone con disabilità. I fornitori dovranno inoltre riferire periodicamente all’Autorità in ordine all’attuazione di tali misure. 

Il Presidente Nazionale Angelo Raffaele Cagnazzo, in rappresentanza dell’ENS, ha potuto presentare quelle che sono le nostre principali istanze in merito all’accessibilità alla comunicazione e all’informazione per garantire i diritti di cittadinanza delle persone sorde: 

  • la necessità che le compagnie telefoniche prevedano dei piani di offerta agevolati con Gigabyte illimitati;
  • dare la possibilità di ingrandire la finestra dedicata all’interprete LIS su ogni televisore, come già accade per quelle Samsung;
  • dare la possibilità di modificare la dimensione dei sottotitoli su ogni piattaforma streaming, come oggi accade su Amazon Prime;
  • fare in modo che il rinnovo del Contratto di Servizio RAI sia più ambizioso in termini di accessibilità, aumentando la quantità e la qualità del servizi di sottotitolazione (fino a coprire l’intera programmazione) e interpretariato (compresi i programmi dedicati ai bambini) su tutti i canali della società concessionaria in esclusiva del servizio pubblico radiofonico e televisivo in Italia.

Abbiamo infine ribadito il nostro impegno a partecipare attivamente ai prossimi incontri. Continueremo a tenervi aggiornati sui nostri consueti canali.

Come ripetiamo spesso, l’accessibilità non è un’opzione o una mera questione tecnica ma un diritto non derogabile e condizione necessaria per il pieno esercizio di tutti gli altri diritti, a cominciare da quelli alla comunicazione, all’informazione e alla partecipazione alla società su base di uguaglianza con gli altri!

Tags

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Ti potrebbero interessare

Torna su

Iscriviti alla nostra newsletter