Ente Nazionale Sordi ETS-APS

Al 4° Convegno Nazionale LIS l’identità linguistica e culturale della comunità sorda

Si è concluso ieri il 4° Convegno Nazionale LIS. Sono stati tre giorni davvero intensi, proficui ed emozionanti, tutti dedicati alla Lingua dei Segni Italiana e alla comunità sorda. A distanza di 11 anni dall’ultimo Convegno LIS a Verona, sentivamo necessario ed urgente delineare il quadro attuale degli studi sulla LIS da diverse prospettive ed approcci disciplinari per costruire una ulteriore dimensione di visibilità e consapevolezza del prezioso patrimonio delle lingue segnate e dell’identità linguistica e culturale della comunità sorda. Ecco il senso dell’iniziativa.

La tre giorni all’Auditorium Seraphicum di Roma è stata dedicata alla ricerca, al confronto e ad approfondimenti tematici sulla LIS nei suoi aspetti linguistici, sociali, pedagogici e in relazione alle principali discipline che da quarant’anni ne investigano la struttura, la ricchezza e l’utilizzo nella vita quotidiana delle persone sorde e sordocieche. Il programma del Convegno è stato organizzato sulla base di una call for papers ed è stato arricchito dalla presenza di due invited speakers d’eccezione: Virginia Volterra (Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR), autentica pioniera sulla ricerca linguistica sulla LIS che ha aperto i lavori del Convegno e Francesco Pavani (Università di Trento; Centre de Recherche en Neurosciences de Lyon), che ha invece inaugurato con la sua relazione l’ultima giornata.

Ogni contributo (29 relazioni e 36 poster) è stato preziosissimo e fondamentale per la riuscita del Convegno. Non possiamo citare tutti i relatori e gli espositori che hanno arricchito le tre giornate, ma li ringraziamo davvero di cuore. Dobbiamo poi ringraziare il Consiglio Direttivo dell’ENS, sempre vicino e di supporto a tutte le iniziative della nostra associazione, il Responsabile del Convegno Francesco Bassani ed il Coordinatore Roberto Petrone, i veri pilastri delle tre giornate, tutti i membri del comitato scientifico coordinati dal dott. Amir Zuccalà della Sede Centrale dell’ENS, la Segreteria Organizzativa, lo Staff multimediale e, soprattutto, tutti i volontari che hanno reso possibile la tre giorni. Infine grazie a tutti i partecipanti, che hanno riempito la sala dall’Auditorium e contribuito attivamente ai lavori del Convegno.

Speriamo davvero di aver contribuito a dare maggiore visibilità e consapevolezza sulla Lingua dei Segni Italiana sempre nell’ottica di arrivare al suo riconoscimento ufficiale. Dobbiamo continuare su questa strada, lavorare insieme, uniti per il bene di tutta la comunità sorda italiana.

Tags

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Tags

Condividi

Ti potrebbero interessare

Scroll to Top

Iscriviti alla nostra newsletter