LV Congresso Internazionale SLI: call for papers per il workshop LIS

Notizie

Siamo lieti di diffondere l’avviso per la presentazione di contributi (call for papers) per il workshop "Verso una descrizione delle competenze linguistiche e comunicative della lingua dei segni italiana (LIS): questioni teoriche e applicative", organizzato da Monica Barni (Università per stranieri di Siena), Sabina Fontana (Università di Catania) e Maria Roccaforte (Università di Roma Sapienza) per il LV Congresso Internazionale SLI che si terrà a Bressanone dall'8 al 10 settembre 2022. Il testo della call è disponibile anche in lingua dei segni italiana in cima all'articolo o sul canale YouTube del LaCAM | Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione.   

LEGGI LA CALL FOR PAPERS 

Riportiamo qui sotto degli estratti dell'avviso con le informazioni più importanti e le modalità di partecipazione. 

Obiettivi e proposte di contributi

Questo workshop nasce da un'esigenza sentita e concreta: quella di confrontarsi proficuamente su questioni teoriche e applicative, utili nel lavoro di definizione dei diversi livelli di competenza linguistico-comunicativa per la lingua dei segni italiana (LIS). Che i tempi siano più che maturi per un avviamento dei lavori in tale direzione, lo segnalano chiaramente due eventi senz'altro significativi, avvenuti in tempi piuttosto recenti:

  • la pubblicazione, nel 2018, del volume complementare del CEFR in cui sono stati inseriti per la prima volta i descrittori dei livelli di competenza nelle lingue dei segni;
  • l'approvazione di un emendamento al testo del "Decreto sostegni" nel quale «la Repubblica riconosce, promuove e tutela la Lingua dei Segni Italiana (LIS) e la Lingua dei Segni Italiana tattile (LISt)» che si è trasformato in legge il 19 maggio 2021.

A partire da questi presupposti, emerge la necessità di una riflessione sulla proposta del CEFR, declinata sulla lingua dei segni italiana e, in un futuro non molto lontano, la creazione di strumenti di valutazione, anche di tipo certificatorio. In questa riflessione si intrecciano inevitabilmente tre livelli strettamente connessi tra loro: quello della ricerca scientifica, quello dell’insegnamento linguistico e delle sue metodologie (di una lingua “orale” per eccellenza, che non ha forma scritta e che viaggia sulla modalità visivo-gestuale, piuttosto che acustico-vocale), e quello delle politiche linguistiche promosse dalle Istituzioni. 

Ci auguriamo che possano raccogliere il nostro invito e partecipare al dibattito, studiosi e docenti sordi e udenti, segnanti e non segnanti, che adottano quadri teorici di riferimento, approcci e metodologie diverse nel campo della linguistica educativa, nella convinzione che quello che stiamo imparando dalla ricerca sulle lingue dei segni e sulle dimensioni di descrizione dei suoi usi linguistici, non potrà che arricchire anche la riflessione nel campo della linguistica educativa sulle lingue vocali. 

Saranno privilegiati contributi originali che possano arricchire il dibattito relativamente alla definizione del significato di competenza in LIS, dei suoi livelli di analisi e della compilazione di un sillabo per i diversi livelli di competenza, anche a partire da esperienze di didattica e valutazione in ambito accademico o in corsi organizzati da enti, associazioni o istituti privati.

Invio delle proposte, tempi e modi per la selezione

Le proposte di contributo dovranno pervenire entro il 20 febbraio agli indirizzi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

L'oggetto della mail dovrà essere "Workshop SLI 2022 -Verso una descrizione delle competenze linguistiche e comunicative della lingua dei segni italiana (LIS): questioni teoriche e applicative" e il messaggio dovrà contenere nome e cognome del proponente, ente di appartenenza e indirizzo e-mail presso il quale si intendono ricevere tutte le comunicazioni inerenti al workshop.

Il testo della proposta, anonimo e redatto in lingua italiana o in Lingua dei segni italiana, dovrà essere contenuto tra i 3.000 e i 4.000 caratteri (spazi inclusi, eventuali tabelle e/o immagini e bibliografia escluse) per le proposte in lingua italiana e non dovrà superare i di 5 minuti di durata nel caso di video in lingua dei segni italiana (formato .mp4).

La selezione delle proposte avverrà in forma anonima. Nei casi di abstract in lingua dei segni italiana, per garantire l'anonimato, chiediamo ai/alle proponenti di fare segnare l'abstract ad altri al posto degli autori. Il Comitato Scientifico comunicherà agli Autori l’accettazione della loro proposta entro il 31 marzo 2022.

Si ricorda che tutti i relatori al momento d’inizio del workshop dovranno essere soci regolari della SLI.

Il sito dedicato

Per tutte le altre informazioni sul LV Congresso Internazionale SLI vi invitiamo a visitare il sito dedicato https://sites.google.com/view/sli2022/home in continuo aggiornamento.