Buona Festa della Repubblica nel nome dell'inclusione

Festivita'

 

Oggi si festeggia il 73esimo anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana! È stata scelta questa data perché, proprio tra il 2 e il 3 giugno 1946, si tenne il referendum con cui gli italiani scelsero di far diventare l'Italia una Repubblica costituzionale, abolendo la monarchia.

Il referendum fu indetto una volta terminata la seconda guerra mondiale, qualche anno dopo la caduta del fascismo, e fu la prima votazione a suffragio universale. Il 2 giugno è quindi il compleanno della democrazia italiana, la nostra democrazia. "L'inclusione": è questo il tema di quest'anno della tradizionale parata militare, che si svolgerà come sempre a Roma, in Via dei Fori Imperiali. Lo ha reso noto il Ministero della Difesa Trenta, sottolineando che questa scelta "vuole evidenziare la volontà di non lasciare indietro nessuno, di combattere contro le emarginazioni sociali. Un segno di attenzione agli ultimi per un evento che ha di per sé un carattere inclusivo proprio perché si svolge in occasione della Festa della Repubblica, ricorrenza che unisce tutti gli Italiani".

Purtroppo sono ancora tanti i problemi che attanagliano il Paese, gli ostacoli che impediscono la piena inclusione e la partecipazione attiva alla vita democratica da parte di tutti i cittadini. Le persone con disabilità vivono quotidianamente e sulla loro pelle ancora più profondamente questi problemi e spesso il principio di uguaglianza sostanziale sancito nella nostra Costituzione non viene rispettato.

In particolare sono ancora tante le barriere che impediscono alle persone sorde un accesso completo all'informazione, alla comunicazione, alla cultura, all'educazione, alla vita sociale, lavorativa, ricreativa e politica. I problemi sono tanti e ci coinvolgono tutti; dobbiamo quindi discuterne, operare insieme, collaborare reciprocamente, confrontarci e stimolare chi può decidere ad adottare le giuste misure. Anche i più piccoli gesti, insieme, possono diventare qualcosa di grande. Ognuno di noi è responsabile del bene della nostra democrazia.

Buona Festa della Repubblica a tutti!