12 maggio 2018: 76 anni di ENS!

Festivita'

E' un giorno importante per l’ENS e per tutta la comunità sorda! Esattamente 76 anni l’Ente Nazionale Sordi veniva riconosciuto ufficialmente dallo Stato come unica associazione di rappresentanza e tutela dei sordi in Italia. Oggi celebriamo insieme la Festa Nazionale ENS con l'inaugurazione della mostra-concorso nazionale di pittori sordi "DiSegniamo il nostro Paese: di città in città". La mostra, al Museo Hendrik Christian Andersen di Roma dal 12 al 27 maggio, è il nostro regalo di anniversario per la comunità sorda italiana. 

Schermata 2018 05 09 alle 11.57.07

Il 12 maggio del 1942 è una data storica per tutti i sordi italiani; una data simbolo del grande lavoro di Antonio Magarotto, il fondatore dell’ENS, e di tutti quei sordi che hanno creduto nella forza dell’unità, nella condivisione di obiettivi comuni, nel valore della comunità. Una data che non è solo commemorazione storica, ma soprattutto attualizzazione degli obiettivi dell’Ente, sempre Ente di riferimento e “casa dei sordi italiani”, in scenari socio-politici in continua evoluzione. Sono ancora tanti gli ostacoli che incontrano le persone sorde nel quotidiano, dall’accesso alla comunicazione e all’informazione, nella scuola e università, nel mondo del lavoro e nella vita privata ma l’ENS c’è sempre, con il supporto che danno le sedi sul territorio, la partecipazione ai tavoli tecnici presso le Istituzioni, l’organizzazione di attività ed eventi, le campagne di sensibilizzazione e di visibilità della categoria, l’aiuto concreto alle persone sorde e alle loro famiglie.

Come detto l’accesso completo all’informazione, compresa quella relativa ai luoghi d’arte, rappresenta ancora oggi un obiettivo da realizzare per le persone sorde. Questo porta con sé il rischio di esclusione sociale ed impedisce di fatto la fruibilità delle principali risorse della società e una partecipazione attiva alla vita - culturale e non solo - del Paese.
La mostra che si inaugura oggi vuole porsi come faro d’esempio per un’iniziativa che fa dell’accessibilità il suo principio movente: istituzioni culturali, rappresentanze politiche ed associazioni hanno lavorato insieme unite dall’impegno comune verso una valorizzazione del patrimonio che preveda, fin dalle fasi di progettazione, il coinvolgimento attivo delle persone sorde e che garantisca loro l’accesso completo ad eventi, iniziative ed attività con servizi specifici come, ad esempio, l’interpretariato in lingua dei segni. Ci auguriamo che questo modello di collaborazione diventi la prassi. 

Il 12 maggio è quindi una data simbolo per ripercorrere la storia e rinnovare obiettivi e presenza dell’ENS. La legge istitutiva n. 889/1942 della nostra Associazione andava a completare il lavoro iniziato da Magarotto dieci anni prima, nel 1932, quando a Padova riuscì a far sedere intorno a un tavolo la FIAS e l’USI, le due organizzazione rivali che rappresentavano i sordi italiani, e a fargli sancire il famoso patto che stabilì la nascita di un ente unico, l’Ente Nazionale Sordi. Magarotto ebbe sempre ben chiara la forza dell’unità, l’importanza dello stare insieme per risultare credibili agli occhi dello Stato e conquistare l’uguaglianza e i diritti per le persone sorde. Per noi dell'ENS conoscere punti di vista differenti significa regalarsi una possibilità di riflessione, di comprensione e miglioramento reciproco. La diversità vuol dire sempre ricchezza.

Dall’anno della sua fondazione ad oggi sono stati tantissimi i cambiamenti in campo giuridico, politico e sociale, ma l’ENS, grazie al contributo quotidiano dei soci, dirigenti, dipendenti e volontari, ha sempre avuto chiaro il suo principale obiettivo: lavorare e lottare ogni giorno, con idee, progetti, rivendicazioni e campagne di sensibilizzazione per il miglioramento continuo della qualità della vita delle persone sorde.

La nostra missione è e sarà sempre l’integrazione delle persone sorde nella società, la promozione della loro crescita, autonomia e piena realizzazione umana.

Buona festa dell’ENS a tutti i sordi, perché l’ENS vuole e deve essere la casa di tutti!