SETTIMANA INTERNAZIONALE DELLE PERSONE SORDE
19-25 settembre 2022

COSTRUIRE COMUNITÀ INCLUSIVE PER TUTTI

 

La Settimana Internazionale delle Persone Sorde è una iniziativa della World Federation of the Deaf (WFD) lanciata per la prima volta nel 1958 a Roma; da allora viene celebrata ogni anno dal movimento di rivendicazione e di lotta per i diritti delle oltre 70 milioni di persone sorde in tutto il mondo. Durante i 7 giorni della #IWDP, quest'anno dal 19 al 25 settembre 2022, ci saranno eventi, iniziative e manifestazioni organizzati dalle comunità sorde di ogni parte del globo per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla sordità, le lingue dei segni, la libertà di scelta comunicativa e il bilinguismo, chiedere pari opportunità, emancipazione e piena inclusione di tutte le persone sorde, promuovere l'accessibilità e il cambio di paradigma sulla disabilità in generale e sulla sordità in particolare, per costruire insieme un futuro che sia realmente inclusivo, di tutte e tutti. 

Il tema principale scelto per la Settimana Internazionale delle Persone Sorde del 2022 è “Costruire comunità inclusive per tutte e tutti”. Ogni giorno di questa settimana avrà un sotto tema per fare luce sulla comunità sorda e le sue mille sfaccettature, sensibilizzare l'opinione pubblica sulla sordità e riflettere sulla sua complessità. Anche noi dell'ENS faremo la nostra parte con tre giorni (22/23/24 settembre) di iniziative a Padova, città cruciale nella storia della comunità sorda italiana. 

In questa pagina troverete tutte le informazioni per celebrare insieme questi importanti appuntamenti, vi invitiamo quindi a continuare a seguirci... Perché da soli è difficile farsi sentire ma insieme è possibile costruire un altro mondo, più giusto, equo e inclusivo! 

Image

All’interno della IWDP ci sono tre ricorrenze davvero significative per la comunità sorda mondiale in generale e per quella italiana in particolare. La prima è la Giornata internazionale delle Lingue dei Segni#IDSL, che si celebra in tutto il mondo ogni 23 settembre. L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, infatti, ormai 5 anni fa ha scelto questo giorno per ricordare al mondo la necessità di riconoscere, promuovere e proteggere le oltre 200 differenti lingue dei segni nel mondo. Tale risoluzione promuove il riconoscimento legale delle lingue dei segni nazionali - equiparate alle lingue nazionali parlate e scritte - per proteggere la diversità linguistica ed evidenzia la necessità di prevedere servizi accessibili, un’esposizione precoce e stabile alla lingua dei segni nazionale e un’educazione di qualità in un’ottica bilingue (lingua dei segni e lingua nazionale) per garantire il pieno sviluppo e la piena realizzazione dei diritti umani delle persone sorde.

La seconda ricorrenza è la #GMS2022, la Giornata Mondiale del Sordo. La prima GMS venne celebrata a Roma il 28 settembre del 1958; l’evento fu organizzato dall’ENS per ricordare la nascita della WFD. Da allora questa giornata di festa e rivendicazione viene celebrata ogni anno in tutto il mondo per mostrare al mondo intero l'orgoglio, l’identità e la cultura dei sordi e fare tantissimo rumore intorno alla sordità. 

La terza è il 90° anniversario di fondazione dell’ENS. Sarà un momento particolarmente significativo per la nostra Associazione, in cui renderemo omaggio alla memoria dei padri fondatori dell’ENS e ripercorreremo il lungo cammino fatto insieme costellato di progressi, di sacrifici e di battaglie quotidiane per i diritti delle persone sorde. E i #90ENS li festeggeremo lì, a Padova, dove tutto è iniziato grazie al lavoro, alla passione e all'intuizione di Antonio Magarotto, il Papà dei Sordi Italiani, che il 24, il 25 e il 26 settembre del 1932 riuscì a riunire a Padova tutte le associazioni di sordi di quel tempo - aggirando il divieto imposto dal governo con il pretesto della celebrazione del settimo centenario della morte di Sant'Antonio - per provare a risolvere le divisione ed i contrasti e a creare un ente unico. Dopo 3 giorni di discussioni e litigi le organizzazioni sancirono il famoso PATTO DI PADOVA, che stabilì la nascita dell’Ente Nazionale Sordi.

Image
Image
Lunedì 19 settembre 2022: Comunità sorde intersezionali

L’intersezionalità è un termine per descrivere la sovrapposizione di diverse identità sociali nella stessa persona e le relative possibili oppressioni e discriminazioni multiple. Il campo di applicazione della intersezionalità comprende aspetti come etnia, genere, sesso, sessualità, religione, lingua e disabilità. Le persone sorde, oltre a condividere la stessa condizione, possono appartenere anche ad una comunità linguistica-culturale; questa intersezionalità è evidenziata anche nella Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità. Nella persona sorda, inoltre, possono intersecarsi anche altre identità sociali, pensiamo ad esempio alle persone sorde LGBTQ. 

La società e lo Stato devono riconoscere e tutelare in nome della parità queste identità, queste esistenze ancora troppo spesso invisibilizzate o addirittura rigettate. Allo stesso tempo la nostra comunità deve riconoscere, promuovere ed includere ogni diversità che la anima e la arricchisce. Insieme, possiamo costruire una comunità più forte, rispettosa e inclusiva. 

Oggi diciamo BASTA a qualsiasi tipo di discriminazione o di crimine d’odio che colpisce le persone per ciò che sono. 

Informazioni aggiuntive:
Webinar WFD “Intersezionalità: Conoscere le nostre diverse comunità sorde” in Segni Internazionali e sottotitoli in inglese. (Novembre 2021) 

LE LINGUE DEI SEGNI CI UNISCONO!

RASSEGNA STAMPA

Image
Image
Image
© 2022 Ente Nazionale Sordi Onlus. All Rights Reserved.

Please publish modules in offcanvas position.