banner covid 19 1180

Se mi guardi ti ascolto, iniziativa promossa dall'ENS per la realizzazione di un'opera dedicata alla comunità sorda

Bacheca

L’iniziativa promossa dall'ENS, denominata "Se mi guardi ti ascolto", ha come obiettivo la realizzazione di una statua dedicata alla comunità sorda, alla sua cultura, alla sua identità, alla sua lingua e che la comunità sorda, a sua volta, intende dedicare a tutta l’umanità.

L’idea del progetto è stata concepita dalla Rappresentanza Intercomunale dell’ENS di Alba, la quale si è attivata presso il Comune di Alba per ottenere uno spazio ove installare l’opera d’arte ed ha indicato nel maestro Daniele Cazzato l’artista cui commissionare l’opera da realizzare subordinatamente al buon esito di una raccolta fondi da attivarsi ad hoc. Il progetto è portato avanti con la collaborazione della Sezione Provinciale ENS di Cuneo e del Consiglio Regionale ENS Piemonte.

"Se mi guardi ti ascolto" nasce da un primo contatto dell'artista con la cultura dei sordi, da cui sono emerse da un lato la difficoltà nel dialogo e dall'altro la fisicità nella comunicazione. La statua, in alluminio, sarà alta circa sei metri e richiamerà una sorta di imbarcazione che idealmente porterà i suoi visitatori a solcare i mari della comunicazione, esaltando la bellezza dei rapporti umani. Sarà un'opera d'arte da vivere, da sperimentare due persone alla volta, in cui risiederà un forte senso sociale: i due fruitori si troveranno inizialmente separati dalla vela centrale; poco dopo una fessura taglierà la vela permettendo un primo contatto visivo. Questa "finestra" riprodurrà la posizione delle mani assunta nella lingua dei segni per dire: "Se mi guardi, ti ascolto", che sarà anche il titolo della scultura. Proseguendo nella vela centrale si aprirà un foro e dalle vele laterali emergeranno due poltrone su cui i visitatori potranno sedersi, guardarsi, comunicare e, avvicinandosi al foro, avere un contatto fisico.

Qualsiasi sia il legame tra le persone, è necessario, quando comunichiamo con loro, essere sinceri e prestare la massima attenzione. In questo senso, il monumento assume un significato universale.

La scultura monumentale avrà l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche connesse alla sordità e alle barriere della comunicazione, ma sarà anche un luogo di incontro e di aggregazione, che porterà il pubblico a riflettere e a provare a cambiare la prospettiva sulla disabilità, da mancanza a semplice condizione di vita e, sulla diversità, una fonte preziosa di arricchimento reciproco.

Per raccogliere i fondi necessari alla realizzazione dell'opera, che in questo senso vuole essere un monumento di tutti e a cui tutti potranno contribuire, l'ENS ha realizzato questo sito web, attraverso il quale chi lo vorrà potrà versare un’erogazione liberale finalizzata alla realizzazione dell’opera scultorea, da collocare nella città di Alba, che con deliberazione della Giunta Comunale n. 77 del 28/2/2019 ha già accettato la donazione da parte dell’ENS, messo a disposizione il suolo pubblico e stanziato un importo per le opere pubbliche occorrenti.

Il progetto “Se mi guardi ti ascolto”, unitamente alla sua realizzazione finale attraverso la succitata opera d’arte, è protetto da copyright con un deposito S.I.A.E. denominato “Angeli Itineranti”. La realizzazione dell’opera è subordinata al raggiungimento della somma complessiva di € 184.800,00 e sarà finanziata completamente dalle erogazioni liberali che saranno raccolte attraverso il sito https://semiguarditiascolto.ens.it/.

Questo è il nostro sogno, aiutateci a realizzarlo.